Maleficent: c’era una volta la strega cattiva…

Leggi e vota il post 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Vota per primo)
Loading...

maleficentAmmetto che ancora oggi a me la strega cattiva de La bella addormentata nel bosco fa paura. Con quelle lunghe corna nere, le ossute mani affusolate, la pelle verdastra post-atomica, quello sguardo magnetico e terrificante. La trasposizione cinematografica diretta da Robert Stromberg, Maleficent, invece non mi ha fatto per nulla paura.

A 55 anni di distanza dallo straordinario cartone animato, la Disney torna su una delle sue favole più amate sposando il punto di vista dell’antagonista, Malefica, impersonata da un’Angelina Jolie tutta zigomi adunchi e spianati, tiratissima e algida, in plasticosa forma smagliante.

L’operazione era delicata, l’intenzione di partenza di un certo interesse. Stromberg adotta per tutto il film un tono fortemente disneyano, dove niente è spaventoso e niente è gotico. Né gli alti e ispidi rovi, né la remota torre oscura della strega, né la sua perfida fisionomia riescono a suscitare la benché minima sensazione di paura. Per una buona prima parte del film è apprezzabile il modo con cui l’opera di oggi maneggia coi guanti bianchi l’opera del 1959. Ma alla lunga, non sbilanciandosi da nessuna parte, è una soluzione che non conduce a nulla. Così come c’è tanto digitale, ma pochi “effetti speciali”, di quelli che coinvolgono ed entusiasmano lo spettatore. Tutto intorno un pregevole mondo incantato, dove però si sente troppo il gusto fantasy, complici anche colori troppo fatati. Il risvolto finale dell’intreccio è poi qualcosa di imbarazzante.

Una domanda sorge quindi spontanea: a quale pubblico si rivolge Maleficent? Non gli adulti, non gli under 26, ma nemmeno i 16enni coetanei della protagonista Aurora. Si rivolge ad un pubblico di bambini, che forse non supera l’età limite di 14 anni. Pur con delle pretese da anti-convenzionale, Maleficent è un canonico film Disney, dove non manca il lieto fine e i toni non si fanno mai paurosi. Insomma, uno di quei film che ci fanno dormire sonni tranquilli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.